uncinetto: basco francese

  Avete presente quando iniziando a leggere un libro e non riuscite ad andare avanti per più di una pagina al giorno quando, ad un certo punto, entrate nel vivo del racconto e non riuscite più a smettere dimenticando tutto il resto? 
Questo è quanto accaduto durante la lavorazione di questo basco. Iniziato più di una settimana fa, all’inizio non riuscivo a lavorare che poche righe al giorno, ieri stavo appena a un terzo del lavoro ma in serata e questa mattina ho completato il tutto e per la foga di finire ho mangiato anche pasta scotta dimenticata lì a bollire.

Ho utilizzato la tecnica tapestry con filo principale grigio scuro e filo neutro per le nervature. Filato di lana Nuovo Irlanda della filatura di Tollegno, uncinetto n° 4.

Lo schema è semplice circolare a maglia bassa partendo da 6 maglie in un anello di filo; soliti aumenti in base 6… al secondo giro si raddoppia, al terzo si aumenta 1 ogni 2, al quarto 1 ogni 3 e così via; ho aggiunto il filo secondario a partire dal terzo giro.
Ho aggiunto un ulteriore aumento ogni 7 giri per 3 volte;  totale 27 giri nella prima parte di lavorazione in aumento.

Semplificando: 6>12>18>24>30>36>48>54>60>66>72>78>84>96>102>108>114>120>126>132>144> 150>156>162>168>174>180.

Seconda parte del lavoro: due giri semplici poi iniziano le diminuzioni con schema inverso a quello degli aumenti, si procede fino a raggiungere il diametro della propria testa (circa 18-20 giri per la misura 54) e si conclude con due giri semplici. Il diametro esterno arriva a misurare circa 29 cm.

Da notare che questa lana solitamente si lavora con uncinetto n° 5 o 6 ma io amo le lavorazioni compatte utilizzando spesso l’uncinetto di misura inferiore a quella indicata; lavorando con l’uncinetto più grande il lavoro risulterà più morbido e cambia anche il numero di giri necessari per raggiungere il giusto diametro.

Per il picciolo si lascia il capo iniziale del filo abbastanza lungo per poter lavorare 5-6 giri di 6 maglie basse da fare a fine lavoro e da agganciare al primo giro lavorato.

Un grazie per la disponibilità alla mia… irrequieta modella.

rosa d’irlanda ad uncinetto: schema

 Molto versatili queste roselline ad uncinetto. Un gruppetto di roselline e qualche foglia possono già essere una decorazione d’effetto. Realizzate con filo grosso e dai colori vivaci per una decorazione su accessori spiritosi o per le decorazioni di mollette per capelli o abbigliamento delle bimbe. Con filato sottile e tinte tenui possono essere applicati come decorazione su abbigliamento o accessori eleganti.
Lo schema è semplice e si può variare in base al proprio gusto: con il punto basso al posto del punto alto il cerchio interno è più piccolo e la rosa più chiusa, meno catenelle iniziali per non avere il foro al centro…. Una volta imparato uno schema sta a voi provare le possibili variazioni.

– Iniziamo con 8 catenelle chiuse a cerchio;
– si lavorano 12 MA (maglie alte) è si chiude con una MBSS (maglia bassissima);
– una catenella iniziale sostituisce la MB più altre 4 catenelle e una MB sulla terza asola di base, si ripete fino ad avere 6 archetti, quindi le MB vanno una ogni due MA del giro precedente;
– su ogni archetto vanno lavorate 1 MB, 1 mezza MA, 1 MA, di nuovo 1 mezza MA, 1 MB;
– per il secondo giro di petali si lavorano una MB e 5 catenelle, le MB vanno agganciate sulle MB precedenti e gli archetti vanno sul retro del primo giro di petali;
– per il secondo giro di petali sugli archetti vanno lavorate 1 MB, 1 mezza MA, 1 MA, 1 MA doppia, e di nuovo 1 MA, 1 mezza MA, 1 MB;
– a questo punto si può fermare il filo e chiudere il lavoro oppure proseguire con un altro giro di petali aumentando di 1 le catenelle dell’archetto è inserendo nella lavorazione delle maglie un’altra MA doppia o una MA tripla secondo se preferite il petalo più tondeggiante o più appuntito.


fiori ad uncinetto imbottiti

  Ieri è entrata la primavera che tutti aspettavamo e, almeno fino a ieri appunto, il tempo lasciava intendere giornate a venire piene di sole. Nel pomeriggio di oggi una breve smentita, un lieve acquazzone durato pochi minuti e circoscritto a una piccola zona (la famosa nuvola sopra la testa).
La primavera sarà anche arrivata ma indosseremo ancora per qualche giorno la calda e morbida lana, non mi sento quindi fuori luogo a presentarvi questi fiori imbottiti, sono gli elementi con cui ho realizzato uno spillone di chiusura di una mantellina di lana fatta con la macchina per maglieria e che spero di riuscire a mostrare domani… se riuscirò a fotografarla.




Per realizzare i fiori ho utilizzato: filato grosso di lana merino, uncinetto n° 5, ovattina per imbottire, nastrino doppio raso da 3 mm nero, beaded bead all’uncinetto.
La lavorazione ad uncinetto è con soli punti bassi: in un anello di filo si lavorano 6 mb, si raddoppiano al giro successivo (12), si aumenta di sei maglie ad ogni giro successivo, quindi un aumento ogni due maglie, un aumento ogni tre e così via per arrivare ad avere 36 maglie (6 giri); si lavorano tre giri di 36 maglie poi iniziano le diminuzioni, allo stesso modo degli aumenti… 24, 18. Fatto il giro da 18 si inseriscono due cerchietti di ovattina sottile per imbottire (oppure ovattina sfusa o se è il foglio spesso se ne può mettere soltanto uno), la misura del cerchio va presa, ovviamente, sulla misura che avrà raggiunto la lavorazione; fatto questo si continua la lavorazione e si chiude. Nei miei fiori sono arrivata a 36 maglie per quello grande, 30 per il medio, 24 per il piccolo.

Il nastrino di raso va infilato in un ago da lana, si infila al centro, il resto è semplice, si capisce dall’immagine, si fa passare 5 volte ogni volta tirando un po’ per dare la forma ai petali. Dopo l’ultimo giro si fa un nodo ma, senza tagliarlo, poi si rinfila di nuovo il nastro un’ultima volta si infila la perla e si riannodano di nuovo i due capi e si taglia. Ho lasciato 10 cm circa di nastrino perché poi li ho annodati allo spillone. Le perle sono di tre misure diverse però non le ho montate nella stessa scale di grandezza sui fiori: fiore grande perla grande ma fiore piccolo perla media e fiore medio perla piccola.

Domani, quindi nel prossimo post, la mantellina e lo spillone montato.

amigurumi: schema cuore

 

Il cuore amigurumi è realizzato con filato Anchor Pellicano etichetta 8 nel colore rosso 00047, uncinetto n° 1,25, imbottito con ovattina sintetica ha dimensioni 5×3,8cm.
ABBREVIAZIONI: lav. = lavorare; m.b. = maglia bassa; m.a. = maglia alta; pt= punto/i (si intende l’asola che si forma sulle maglie del giro precedente in cui far passare l’uncinetto per la lavorazione); prec. = precedente; rip. = ripetere. I numeri tra parentesi corrispondono al numero di punti che vi troverete ad avere alla fine di ogni giro.

Leggi tutto “amigurumi: schema cuore”