pittura sull’acqua – video tutorial

Sharing is caring!

 Dipingere sull’acqua, un’espressione artistica terapeutica, rilassante, antistress o soltanto divertente?

carta da pacchi decorata con motivi floreali
 

 

Origina in Giappone con la denominazione di inchiostri fluttuanti (Suminagashi). In Turchia viene chiamata Ebru. In Europa marmorizzazione o marbling art.
In ognuna di queste aree la tecnica assume caratteristiche peculiari. Linee frastagliate, vibranti e naturalistiche in Giappone; composizioni decorative e floreali in medio oriente; ricche, geometriche, pettinate le decorazioni europee. 
Le carte decorate con questa tecnica vengono usate come sfondi per documenti o per disegni; nella legatoria; per il rivestimento di oggetti ecc…
 
tessuto di cotone decorato con motivi pettinati
Anche i tessuti possono essere decorati con questa tecnica che da vita a disegni unici e irripetibili. Piccoli pezzetti di stoffa possono essere usati per rivestire bottoni; puntaspilli, piccoli cuscini decorativi solo per fare pochi esempi…
 
La tecnica è possibile grazie alla proprietà di insolubilità dell’olio in acqua, quindi colori diluibili in sostanze oleose e uno specchio d’acqua solo  gli elementi indispensabili; vanno bene tutti i colori diluibili in sostanze che hanno un peso specifico inferiore all’acqua. Ma con alcuni accorgimenti è possibile utilizzare anche colori ad acqua, ovvero aumentare la densità dell’acqua e permettere il galleggiamento del colore sulla superficie.
Per aumentare la densità dell’acqua si usano delle sostanze gelificanti di origine vegetale o animale, molte sono le stesse che vengono utilizzate anche in cucina: amidi, pectina, gomma adragante, colla di pesce; la stessa cellulosa modificata che uso nel video, in formulazione forse leggermente diversa è molto utilizzata nella cucina molecolare.
 
 
stile suminagashi multicolor su tessuto
Il fiele di bue è un tensioattivo, allenta la tensione superficiale dell’acqua; viene utilizzato nella pittura ad acquerello o a tempera per aumentare l’adesione del colore alla carta e per rendere le pennellate di colore più fluide e uniformi. Si cosparge sulla carta e si lascia asciugare prima di iniziare a dipingere e/o si possono versare alcune gocce nel colore. Nelle prove fatte per il video l’ho usato soltanto per separare le fasce di colore.
 
 
decorazione stile ebru su tessuto di cotone
I colori che ho utilizzato sono colori per stoffa, di fatto i colori per stoffa sono colori acrilici, quindi quanto detto vale anche per gli acrilici usati in pittura; è bene però farsi un’esperienza personale sulla diluizione dei colori perché ci possono essere differenze notevoli fra colori acrilici di produttori diversi e anche nella stessa casa produttrice ci sono differenti linee di colori acrilici. Ma la consistenza del latte rendere bene l’idea di come diluire anche i colori più densi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
suminagashi più classico monocolore nero
 Vi lascio alla visione del video, se avete domande,
curiosità o volete solo lasciare un segno della vostra visita, scrivete pure nei commenti.
Fino alla prossima ispirazione…
That’s all folks!

 

 

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *