ridare vita alle scarpe: infradito in similpelle

 Le scarpe che rimangono ferme nella scarpiera per lungo tempo possono deteriorarsi quando andiamo a riprenderle per utilizzarle nuovamente, come o forse peggio che se le avessimo usate tutti i giorni, soprattutto se sono in materiali sintetici; apparentemente sono in buono stato, ma quando le indossiamo cominciano letteralmente a sbriciolarsi. A volte si possono restaurare, ecco come ho fatto per le mie infradito in similpelle.



Si inizia eliminando completamente la patina deteriorata, si può fare semplicemente sfregando con le dita ma la polverina si infilerà diabolicamente sotto le unghie e sarà dura da eliminare, attrezzatevi quindi con guanti e spazzolina. Una volta eliminato ogni residuo si procede con la colorazione utilizzando colori per stoffa.
Bisogna passare una prima mano di colore, aspettare che asciughi e passarne una seconda; il colore va ‘tirato’ (come si dice in gergo) se lo strato di colore è troppo spesso si potrebbe screpolare.

Nel mio caso il plantare è rovinato in un paio di punti, non conviene rimuovere tutta la patina colorerò semplicemente con un pennarello nero opaco indelebile . In questo caso non utilizzo il colore per stoffa perché dovrebbe essere fissato con il ferro da stiro e, facendo una prova, ho visto che il materiale di rivestimento si scioglie con il calore del ferro. 

Per fissare il colore inserire all’interno delle ciabatte un asciugamano arrotolato che serve contemporaneamente di sostegno per la tomaia e di protezione per il rivestimento della soletta, tra il ferro e la tomaia mettere invece della carta da forno; il ferro caldo va tenuto 10-15 secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *